Crocchette Industriali

Sempre più persone capiscono l’importanza di una alimentazione appropriata per i loro animali. Che molte malattie sono provocate dal cibo industriale lo sanno già in molti. Negli ultimi anni si sono sviluppate delle malattie che prima non esistevano e in molti attribuiscono questo fenomeno alla cattiva alimentazione. Noi esseri umani possiamo decidere come nutrirci. I nostri animali invece non possono scegliere e sono dipendenti da quello che noi mettiamo nella loro ciotola. Questo dovrebbe essere un motivo sufficiente per tutti per cercare un buon cibo per loro, ma è tutt’altro che facile giudicare un mangime industriale. Per legge sono ammesse molte sostanze che spesso non rispecchiano il nostro desiderio di nutrire i nostri animali con rispetto, per poter garantire loro una vita lunga, sana e felice.

La quantità eccessiva di cereali nei mangimi causa diversi problemi nel cane. La quantità di succhi gastrici formata è bassa perché manca lo stimolo indotto dalla carne cruda, di conseguenza i batteri non vengono uccisi. Questo porta a fermentazioni, diarrea, torsione dell’intestino e parassiti. Il pancreas ha troppo lavoro da svolgere nel produrre enzimi per la digestione dei cereali. Questo perché nei mangimi surriscaldati (industriali) non c’è quasi più traccia di enzimi e la digestione del cane non è assolutamente adatta a digerire queste grosse quantità di cereali.

In qualche caso fortunato, il cane sopravvive apparentemente in salute; però troppo spesso alla fine si ammala. Il sistema immunitario viene indebolito per la mancanza di enzimi, aminoacidi, antiossidanti e acidi grassi essenziali. Il pancreas sovraccarico non funziona più bene. Per la mancanza d’igiene dentale si formano tartaro e infezioni croniche nella bocca, che a loro volta indeboliscono il sistema immunitario.

Ecco due servizi andati in onda sulle televisioni nazionali, sulla produzione industriale di crocchette:

fonte RSI (Radio Svizzera Italiana) La crocchetta con la tossina

fonte Rai3 (Radiotelevisione Italiana) Troppa Trippa